Vai ai contenuti

Menu principale:

Come Fare

Acido Citrico



L'Acido Citrico è un composto presente naturalmente negli agrumi e viene venduto sotto forma di polvere o granuli (simile allo zucchero) e può trasformarsi in un valido alleato nella preparazione di prodotti FAI-DA-TE per le pulizie quotidiane, risparmaindovi costosi detergenti e spiacevoli conseguenze derivate dall’inalazione di prodotti chimici. Ma vediamo come possiamo utilizzare l’acido citrico nel nostro quotidiano:

N.B.: L’acido citrico non può essere utilizzato su marmo o pietre naturali, poiché in quanto calcaree potrebbero rovinarsi utilizzando composti acidi.

  • Disincrostante per lavatrice: L’acido citrico è ottimo per i lavaggi periodici della lavatrice, infatti, oltre a svolgere una forte azione anticalcare, grazie alla sua forza torglierà anche tutti i residui di sporco e di detersivo che si annidano negli anfratti nascosti della macchina. Per un efficace lavaggio consigliamo di utilizzare 200 grammi di acido citrico direttamente nel cestello (se olitamente si utilizzano detergenti liquidi è bene mettere 1 o 2 cucchiai anche nel cassetto del detersivo) facendo un lavaggio a vuoto a 60 gradi con il tempo più lungo disponibile. Ricordiamo di escludere il prelavaggio prima di avviare il programma, altrimenti si rischia di vanificare l’azione dell’acido citrico.

  • Disincrostante per lavastoviglie: Il procedimento è molto simile a quello della lavatrice, in questo caso però si dovranno eseguire dei passaggi preliminari, in quanto, non è possibile escludere il prelavaggio dalla lavastoviglie. Procediamo pesando sempre 200 grammi di acido citrico e selezioniamo il lavaggio a 70 gradi (di solito riservato alle pentole o lavaggio intensivo) avviamo il programma e attendiamo fino a sentire il “clack” che segnale l’apertura del cassetto del detersivo. A questo punto apriamo lo sportello della lavastoviglie e gettiamo l’acido citrico direttamente sul fondo e richiudiamo lo sportello e il gioco è fatto.

N.B.: La frequenza con cui si eseguono i lavaggi delle macchine varia in base alla frequenza di utilizzo, mediamente consigliamo di effettuare il processo ogni 2/3 mesi per mantenere sempre puliti tutti gli organi, evitando eccessivo calcare, surriscaldamento eccessivo e la formazione di sgradevoli odori.

  • Pulizia della doccia: Per un’efficace pulizzia del box doccia dobbiamo scogliere circa 100/150 grammi di acido citrico in 500ml (mezzo litro) di acqua in un contenitore munito di spruzzino, è possibile anche riutilizzare un flacone tipo “CIF” da 750ml, agitiamo bene il composto prima dell’uso e semplicemnte spruziamolo sulle pareti del box. Dopo un paio di minuti risciacquimo irettamente con il doccino e asciughiamo.

  • Rubinetterie e acciai: Sempre preparando uno spruzzino con 100/150 grammi di acido citrico in 500ml di acqua avremo un ottimo detergente e lucidante per rubinetterie e acciai da utilizzare in bagno e in cucina. Spruzzate il composto sulla superfice da pulire e asciugatela con un panno morbido. I vostri rubinetti e i vostri acciai torneranno a brillare come nuovi.

  • Fughe e piatti doccia: Per la pulizia delle fughe delle piastrelle e dei piatti doccia dove solitamente si ferma quello sporco difficile da togliere se non con detergenti molto forti o tanto tempo erso. Possiamo quindi preparare una soluzione con 250 grammi di acido citrico sciolti in un litro d’acqua e spruzzare il composto direttamente sulle fughe o sui bordi del piatto doccia, dove olitamente di annida lo sporco, lasciamo aguire per qualche minuto e passiamo con un panno umido. L’acidità del acido citrico asporterà molto facilmente lo sporco incrostato facendo tornare ianche le vostre fughe e togliendovi dalle fatiche di starli a strofinare per ore e ore.

  • Disincrostante per WC: Tutti quanti abbiamo avuto a che fare con quella fastidiosissima patina che si forma sul fondo del WC, anche in questo caso i rimedi tradizionali sono costosi e solitamente poco efficaci. Per risolvere il problema consigliamo di mettere nel WC 5 o 6 cucchiai di acido citrico prima di andare a dormire, l’acido avra tutta la notte per lavorare e la mattina quando vi svelgierete basterà tirare lo sciacquone e il vostro WC sarà bianco e splendente.

  • Manutenzione degli scarichi: Per avere sempre gli scarichi liberi fate scorrere un po’ d’acqua e fate scendere nello scarico 3 o 4 cucchiai di acido citrico, lasciate riposare per tutta la notte, la mattina seguente liberate nuovamente l’acqua e lasciatela scorrere per qualche secondo. In questo maniera i vostri scarichi rimarranno sempre liberi e ben funzionanti.

  • Pulizia pentole e scolapiatti: Solitamente nelle pentole e soprattutto negli scolapiatti è facile che si formi un alone calcareo che difficilemte si toglie con i normali detergenti o in lavastoviglie. Per ovviare a questo problema vi consigliamo di mettere qualchecucchiaio di acido citrico sul fondo della pentola o sullo scolapiatti, aggiungete un po’ d’acqua in modo da far sciogliere l’acido citrcio e lasciate agire per una notte. La mattina, l’alone calcareo sarà scomparso e vi basterà semplicemnte risciacquare per togliere i residui.

  • Ammorbidente: Per un efficace ammorbidente dovrete scogliere 200 grammi di acido citrico in un litro d’acqua, agitate bene il composto e usatene 50ml per ogni lavaggio (da mettere nel cassetto dell’ammorbidente o da aggiungere all’ultimo risciacquo). L’acido citrico toglie il calcare dall’acqua facendo in modo che questo non vada ad indurire le fibre, lasciandole morbide nel tempo.

  • Brillantante: A tutte le persone che hanno problemi con gli agenti chimici presenti nei brillantanti, o semplicemente, vogliono rispettare l'mbiente utilizzando prodotti naturali, consigliamo di prepararsi una soluzione di acido citrico e acqua al 25% (250gr in 1lt d'acqua) e di utilizzarla come brillantante per la lavastoviglie. Potrete utilizzare il prodotto come un normale brillantante da versare nell'apposito contenitore presente nella vostra macchina.
Torna ai contenuti | Torna al menu