Vai ai contenuti

Menu principale:

Elementi

Il Sapone di Aleppo


Il sapone di Aleppo è uno degli antenati dei saponi solidi che noi ad oggi utiliziamo quotidianamente per l'igiene quotidiana ed è prodotto appunto ad Aleppo in Siria basandosi prevalentemente sull'utilizzo di olio di oliva e olio di bacche di alloro, differentemente, il sapone di Nablus (attuale Cisgiordania) viene prodotto con il solo olio di oliva. Il sapone di Aleppo fonda le sue origini nei tempi antichi, infatti se ne trova traccia già nell'antica Babilonia circa 4500 anni fa. Da allora ne gli ingrediente ne il metodo di lavorazioni sono cambiati minimamente. Infatti, ogni anno a novembre, dopo il periodo di raccolta delle olive comincia il il procedimento di lavorazione.

Dopo la spremitura delle olive e averne così ricavato l'olio, si procede alla saponificazione ponendo l'olio in un calderone riscaldato e aggiungendo l'idrossido di sodio, ricavato dal sale marino, per far in modo che si formi il sapone. In fase di raffreddamento si aggiunge quindi l'olio di bacche di alloro in una percentuale variabile dallo 0% al 60% in modo da conferire al sapone la sua caratteristica profumazione speziata e le doti curative. Dopo aver terminato la cottura, il sapone viene steso e tagliato in barre; queste vengono poi impilate a torre una sopra l'altra lasciando dei buchi per far passare l'aria e rimangono a stagionare al sole per non meno di 12 mesi. Alla fine della stagionatura viene impresso il marchio del produttore e commercializzato.

Con l'arrivo degli arabi in europa e le guerre crociate, il metodo di saponificazione viene importato anche in Europa, soprattutto nel bacino del mediterraneo, in Francia, in Spagna e in Italia. Questo metodo di saponificare ebbe subito un gran successo, specialmente a Marsiglia, dove in poco tempo, causa gli adattamenti metodologici e le carenze di materie prime per fare il sapone di Aleppo, nacque il Sapone di Marsiglia, "erede diretto" del sapone siriano dalla millenaria storia. Dal sapone di marsiglia poi la storia si è evulata e il modo di saponificare di conseguenza, e sono così nati tutti i saponi solidi che usiamo noi quotidianamente.

Ma quali sono le proprietà del Sapone di Aleppo??

Il sapone di Aleppo è molto particolare, in quanto può essere utilizzato da chiunque, infatti non ha controindicazione, e molto spesso addirittura è indicato per lavare bambini e neonati in quanto non da nessun tipo di allergia o altro problema. Ovviamente i differenti livelli di olio di alloro contribuiscono a generare benefici diversi. Andiamo a vedere quali sono queste differenze.

0%-8% di olio d'alloro:
Utilizzato come antisettico e disinfettente per pelli grasse e miste.

Fino al 16% di olio d'alloro:
Produce un effetto molto curativo per eczemi, acne, dermatiti e psoriasi

Fino al 20% di olio d'alloro:
Sapone ottimo per tutti i tipi di pelle.

Fino al 30% di olio d'alloro:
Cura le infiammazioni di tutti i tipi di pelle.

Fino al 60% di olio d'alloro
Estremamente curativo, disinfetta e rigenera la pelle. Adatto a tutti i trattamenti di bellezza e per la cosmesi del corpo.

Da Pulito di Marca trovi il sapone di Aleppo

200gr con il 16% di olio d'alloro

230gr con il 55% di olio d'alloro

Aleppino 50gr con 8% di olio d'alloro

Sapone di Aleppo "Ammar" 16%

Sapone di aleppo liquido in varie profumazioni
dall'8 al 20% di olio di alloro - 250m

Torna ai contenuti | Torna al menu